Montiano, un vino da Gran Premio

I0006121_Montiano_2011E’ il vino (da bacca rossa) laziale che ha ottenuto più riconoscimenti in assoluto, sbaragliando la concorrenza… Parliamo del Montiano Rosso Lazio IGP, un Merlot in purezza che ormai è diventato una leggenda, proprio come il nome dell’enologo che l’ha creato, Riccardo Cotarella, uno dei massimi esperti al mondo.

Siamo a Montefiascone, nell’azienda Falesco fondata dai fratelli Renzo e Riccardo Cotarella nel 1979 con l’obiettivo ambizioso di recuperare gli antichi vitigni della zona. Dopo le iniziali sperimentazioni, nel 1989 nasce Poggio dei Gelsi, primo tentativo, brillantemente riuscito, di rilanciare il territorio con un Est!Est!!Est!!! di alto lignaggio.

Ma è il 1989 l’anno della grande riscossa: da un particolare clone di Merlot prende vita il Montiano, considerato fin dagli esordi uno dei più grandi ed innovativi rossi italiani. Le tappe fondamentali a seguire segnano l’avvento del Ferentano, risultato di un lavoro ventennale svolto sulle uve Roscetto, la rivincita dell’Aleatico (anch’esso di discendenza territoriale) e del Sagrantino, prodotto che suggella il profondo legame di Falesco con l’Umbria, la regione in cui l’azienda nel frattempo (1999) ha acquisito nuovi vigneti a sud di Orvieto, e costruito la nuova cantina.falesco1

Ma torniamo al prodotto di punta, Il Montiano, che tanti onori ha reso all’azienda umbro-laziale, grazie alle caratteristiche uniche che ne fanno un vino dalla straordinaria ricchezza aromatica, concentrazione e struttura. Scopriamolo insieme nei suoi preziosi dettagli: frutto del taglio di uve Merlot impiantate da innestatori di Montpellier in una terra tradizionalmente vocata ai bianchi, presenta un aspetto dal colore rubino profondo e impenetrabile, al naso rivela un larghissimo spettro aromatico con note di vaniglia, frutti rossi (quali mirtilli e lamponi) e spezie dolci. In bocca è elegante e austero, come tipico del Merlot toscano, tannico e con nerbo, godibile e persistente. Consigliabile degustarlo in ampi ballon a 18 gradi di temperatura, in abbinamento a sontuosi piatti di carne. Immagine 1

In conclusione, alcune curiosità su Falesco, azienda d’avanguardia la cui stella polare è da sempre l’innovazione: nel 2009, in occasione del suo 30esimo anniversario, l’azienda ha lanciato altri due prodotti di grande successo, il Tellus Syrah e il Trentanni, appunto, dedicato a questo importante compleanno. Nel 2011, per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia Falesco ha realizzato il vino spumante Anita, ottenuto da uve Aleatico.

Azienda Vinicola Falesco  
Loc. San Pietro, snc
05020 Montecchio (TR)
Tel. 07449556
Fax 0744951219

www.falesco.it

Spread the love