Top 10 locali by night a Roma dove bere e divertirsi

Il meglio del meglio in città in tema di bartending contemporaneo e locali notturni alla moda dove vedere chi c’è e essere visti

 

Caffè Propaganda (Via Claudia, 15) caffepropaganda.it 
I cocktail di questo gettonassimo locale a due passi dal Colosseo godono di una meritata fama grazie all’ampia selezione  e all’estro creativo. C’è la sezione vintage, la seasonal, la fizz, nonché i cocktail a base di champagne, rum, brandy, whisky e cognac. Pareti bianche scandite da stampe tipo bistrot parigino e mensole di vetro su cui sono esposti pregiati distillati caratterizzano un ambiente reso ancora più attraente dalle belle frequentazioni.

Club Derrière (Vicolo delle Coppelle, 59)
Uno secret bar nascosto dietro (derrière, appunto) alle sale dell’Osteria delle Coppelle da cui è separato solo da un finto armadio. L’ambiente ha un’illuminazione sapientemente soffusa, con poltrone e bauli in stile Proibizionismo e zona bar divisa da una griglia di ferro e vetro. I cocktail sono strepitosi, da provare l’Autumn Soue (un sour a base di vodka al gelsomino, mandarino, limone, zucchero e bianco d’uovo) e il Floral & Vanity (tequila, fiori di sambuco, violetta, lime, agave).

Club Level (Vicolo del Fico, 3)
Più di cinquanta cocktail costituiscono l’offerta di questo disco club dal design contemporaneo e minimal, tutto in black&white. Mentre i dj si occupano dell’atmosfera e della musica (che cambia genere ogni sera), i mixologist sperimentano nuove miscele e e reinterpretano i classici. Da non perdere ad esempio Il Rose Cup, il Cosmicpolitan al Black Mojito o il Crazy Apple.

Duke’s (Viale Parioli, 200) dukes.it
Frequentatissimo ristorante e cocktail bar pariolino, il Duke’s è la scelta giusta se si vuole bere un buon cocktail contornati da bella gente in un ambiente moderno, tutto legno, ferro e acciaio, che prende il nome dal padre del surf, il leggendario campione hawaiano Duke Kahanamoku. I barman prepararono drink con frutta fresca preparata giornalmente, proponendo inoltre cocktail light (metà della quantità di alcool prevista e l’aggiunta di aloe vera da agricoltura bio).

Fluid (Via del Governo Vecchio, 46/47)

La location strategica è la zona della movida compresa tra Campo de’ Fiori, piazza Navona e Santa Maria della Pace, il cd Triangolo delle Bevute, epicentro della tellurica nightlife romana. Perennemente overbooked, il Fluid è un cocktail bar con arredi di design e mixology di alta scuola, ideale per aperitivi e dopo cena. A sera inoltrata il Fluid diventa disco-bar con dj set e musica lounge, deep house e funky.

Freni e Frizioni (Via Del Politeama, 4/6) freniefrizioni.com

Freni e Frizioni è uno dei punto di ritrovo preferiti della vita notturna romana, dove l’aperitivo e il cocktail di fine serata sono un vero rito: molti giovani gaudenti lo affollano fino a tarda sera, intasando la piazzetta antistante. Il locale è arredato in modo semplice, con oggetti di recupero e vintage, ma è molto caldo e accogliente.

Il Sorpasso (via Properzio, 31-33) ilsorpasso.info
Punto di riferimento trendy e affollato della Prati giovanilista, il Sorpasso è un locale molto in voga presso un pubblico esigente che cerca ottimi cocktail, vini selezionati e buona compagnia in un ambiente arredato in stile vintage. tra pareti in mattoncino e pennellate di colore. L’esperto e fantasioso bartender miscela magistralmente ingredienti tradizionali ed innovativi, serviti in bicchieri e tazze vintage.

Jerry Thomas speakEasy (vicolo dei Cellini, 30). thejerrythomasproject.it  Ideato sul modello dei bar clandestini del proibizionismo americano negli anni ’20 (per entrare bisogna conoscere la parola d’ordine, ma basta rispondere a una domanda sul sito del locale, che cambia ogni volta), questo animato club caratterizzato da un’ottima selezione musicale è un progetto ispirato al bartender newyorkese Jerry “The Professor” Thomas (il nome è scritto sulla porta). Il menu prevede cocktail assolutamente originali, a base di gin, rum, bourbon, assenzio, vermouth, cognac. Da provare ad esempio L’improved aviation con London dry gin, succo di limone, liquore di violetta, sciroppo di lavanda e bitter alla rosa canina. Curiosità: la vodka, considerata dozzinale, è bandita.

Micca Club (via Pietro Micca, 7a) miccaclub.com
Il bartending di alto livello e sperimentale è la punto di forza del Micca Club, il frequentatissimo locale cool in zona Esquilino, famoso per serate burlesche, varietà, djset, concerti e aperitivi a tema. Siamo in un luogo design dalle atmosfere retro, che si distingue per il suo carattere internazionale, sempre attento gli stimoli provenienti dal panorama estero, che lo associa a pieno diritto ai club di New York, Londra o Parigi.

Salotto 42 (Piazza di Pietra, 42)

Questo raffinato salotto intellettuale e ritrovo très chic dimostra molte anime anime essendo ad un tempo bookbar, cocktail & winebar nonché music club. Situato magnificamente di fronte al Tempio di Adriano, il Salotto 42 è un luogo elegante e alla moda, dove si va per vedere e essere visti: l’appuntamento è per l’aperitivo o il dopo cena. L’arredamento è composto da poltrone e divani stile anni ’50, lampade di Murano e numerosi scaffali forniti di libri colti e riviste per intenditori.

Spread the love