Paolo e Noemia D’Amico

Nel cuore della Tuscia, ai confini tra Toscana Lazio e Umbria, terra di antica tradizione vinicola, affonda le sue radici un’azienda giovane e dinamica. Paolo, discendente da una famiglia di armatori, e Noemia, brasiliana di origini portoghesi, hanno scelto di dedicarsi all’amore per la terra e alla ricerca del gusto della qualità.

Da questa passione nascono vini di grande fascino e personalità in una terra di notevole importanza storica. Culla della civiltà etrusca, ha assistito al passaggio di Romani, Goti e Longobardi. Il fiorire della civiltà e della cultura in questo territorio si deve soprattutto al ruolo svolto dalla valle del Tevere nei rapporti tra le popolazioni italiche come via di comunicazione principale dell’Italia centrale.

L’avventura imprenditoriale di Paolo e Noemia prende il via alla fine degli anni ’80 con l’impianto del vitigno Chardonnay che, grazie al microclima e ai terreni favorevoli, si è imposto in breve tempo sul mercato italiano ed internazionale. Oggi, oltre allo Chardonnay, sono coltivati il Grechetto, la Malvasia, il Procanico, il Pinot Nero, il Cabernet Sauvignon e il Merlot.

La produzione vinicola dell’azienda è passata dalle 30.000 bottiglie iniziali alle 60.000 di oggi. Il casale del 500 ospita la cantina: alti soffitti a volta, grandi portali di legno e ferro battuto, candelabri che illuminano le arcate, musiche e cori di sottofondo. In questo ambiente suggestivo, barrique, piccole botti di legno di varie età e vasi d’acciaio portano a maturazione e affinano i preziosi vini D’Amico. La produzione vinicola viene curata dall’enologo Carlo Corino e dall’agronomo Fabrizio Moltard.

Numerosi i riconoscimenti ottenuti dall’Azienda, dall’International Wine Challenge 2004 al diploma di Medaglia d’Oro alla Mostra Nazionale Vini di Pramaggiore (VE) 2006

Paolo e Noemia D’Amico – Agricola Alessia S.p.A
Ufficio: Tel. 0684561471 Fax 068848902
Cantina: Tel. 0761948034 Fax 0761948991
E-mail: info@paoloenoemiadamico.it

(pubblicato su Aroma di marzo/aprile 2007)

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.