Beaujolais. Storia di un vino e della sua terra

Il “Pays Beaujolais” è una piccola regione della Francia che si estende su 1.600 kmq (160.100 ettari di cui ben 22.500 coltivati a viti DOC), suddivisa in 147 comuni, agricoli al 90% e riuniti in 15 cantoni. Tra questi comuni, undici sono siti nel dipartimento Saône et Loire e, precisamente, nel cantone della Chapelle de Guinchay. Il “Pays Beaujolais” è il prolungamento del Massiccio Centrale con il Mont St Rigaud che svetta a 1.009 m. A ovest, i Monti del Beaujolais formano una barriera che oscilla, in altezza, tra i 600 e 900 metri. Poste al riparo di queste piccole catene montagnose troviamo le collinette vitate disposte a terrazza tra i 200 e 400 metri. Per conoscere meglio questa regione ma soprattutto il suo prelibato nettare rosso opaco è bene acquistare “Beaujolias – territorio e degustazione”, 89 pagine a firma di Aude Lutun.

Oltre alle note storiche (territorio d’origine, eredità, tecnica di coltivazione della vite e di lavorazione), questo libro insegna ad acquistare il vino fornendo gli indirizzi dei migliori produttori, a degustarlo e ad abbinarlo ai differenti piatti, nonché le ricette e le indicazioni sulle capacità di invecchiamento e sulle buone annate. Di grande interesse sono le mappe del territorio e dei siti turistici, il calendario delle sagre del vino e dei lavori nella vigna e nella cantina, e ancora le etichette, gli aromi, un glossario della degustazione, le annate e le ricette dei grandi chef.

(pubblicato su Aroma di novembre/dicembre 2007)

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.