A tavola con lo zodiaco

Da sempre segni zodiacali, alimentazione, eros e corpo umano sono considerati in stretta correlazione tra loro. I segni dello Zodiaco ci danno indicazioni, infatti, sulla costituzione psico-fisica della persona, sulle sue inclinazioni caratteriali e la predisposizione degli individui a certi avvenimenti. AROMA propone una guida per meglio seguire le tracce della “mappa astrale del gusto” per ognuno di noi. Segno per segno, ecco quello che occorre sapere in fatto di alimentazione zodiacale.

> ARIETE (21 marzo-20 aprile)
L’Ariete è un segno che ama moltissimo mangiare, tutti i nati sotto questo segno sono infatti delle ottime forchette, tendenti a privilegiare più la quantità che la qualità. Amanti dei piatti sostanziosi che riempiono prima gli occhi e poi lo stomaco, prediligono le carni, magari accompagnate con una salsa saporita. Ai fornelli l’Ariete dimostra capacità di attenzione, scrupolosità e volontà di primeggiare e per questo risulta, sicuramente, un ottimo cuoco (piatto astrale: riso con merluzzo e zafferano).

> TORO (21 aprile-20 maggio)
Il Toro è un vero buongustaio, esige qualità, quantità, varietà e presentazione, è altresì un buon intenditore di vini, ama i dessert, è bravo a cucinare. Al segno del Toro è associata la bocca e quindi i nativi amano il buon cibo e i piaceri del palato. Curano l’armonia della tavola, tengono d’occhio la linea, e mangiano di tutto. L’uomo Toro predilige le pietanze prelibate e raffinate, mentre la donna Toro è la più brava cuoca dello zodiaco. Spesso il loro piatto preferito è il dessert, la chiusura ideale per il loro gusto raffinato (piatto astrale: tortellini con salvia).

> GEMELLI (21 maggio-21 giugno)
I Gemelli sono un segno molto estroso dal punto di vista gastronomico e proprio per questo motivo amano sperimentare nuovi sapori e variare la loro dieta, provando, ad esempio, le cucine esotiche di paesi lontani e prodigandosi in insoliti accostamenti di sapori. Amano i piatti leggeri, raffinati e creativi (piatto astrale: agnello aromatizzato al tè).

> CANCRO (22 giugno-22 luglio)
Il Cancro è un segno amante della cucina che tuttavia predilige generalmente piatti molto semplici, poco elaborati, ma allo stesso tempo genuini e sani. Ciò che il Cancro apprezza più di ogni altra cosa a tavola è sicuramente l’allegra compagnia di amici per i quali cura ogni minimo dettaglio: l’atmosfera, l’eleganza, i colori, l’illuminazione, la tovaglia, le stoviglie, l’accostamento di piatti e vini, il menù semplice ma raffinato. Tra i piatti preferiti del Cancro ci sono sicuramente la pasta, il gelato e tutto ciò che è zuccherino. I nati sotto questo segno ai fornelli sono molto talentuosi: la sensibilità, il senso della misura, lo stile nelle preparazioni e la raffinatezza determinano risultati eccellenti. Il nativo del Cancro è un abile cuoco, un forte mangiatore, preferisce il dolce al salato, il delicato al piccante (piatto astrale: mousse di pere e cioccoato).

> LEONE (23 luglio-23 agosto)
I nati sotto il segno del Leone sono dei veri gourmet, amano concedersi cibi sofisticati e molto costosi, degni di un sovrano. Amano essere “coccolati” a tavola con piatti molto particolari. La posizione del Leone a tavola è sicuramente a capotavola, da dove può tenere tutto sotto controllo ed intrattenere i numerosi amici, elementi indispensabili delle sue cene. In genere predilige i cibi salati a quelli dolci. Il Leone ai fornelli è spesso e volentieri un cuoco attento e valente Tra i dolci la preferenza va ai gelati, anche salati (piatto astrale: paella di gamberi e lime).

> VERGINE (24 agosto-22 settembre)
Alle sperimentazioni e alle ricette elaborate la Vergine preferisce i piatti tutta natura e con poche calorie. Abbondano gli alimenti integrali, senza conservanti né coloranti, prodotti macrobiotici come la soia, le alghe marine, la crusca e tutto ciò che garantisce il buon funzionamento dell’organismo. Bando ai cibi speziati, viva i cibi leggeri e di facile digestione. La Vergine non ama sorprese e voli di fantasia ma ama la sobrietà, la cura dei particolari, l’ordine, la praticità ed il senso della misura, la cucina semplice, rapida da preparare, digeribile e non troppo elaborata (piatto astrale: pan di spagna bianco).

> BILANCIA (23 settembre-22 ottobre)
I nati sotto il segno della Bilancia si adattano senza problemi alla maggior parte delle tipologie di cucina ed ai vari alimenti. Dei cibi la Bilancia apprezza l’armonia, il modo in cui vengono presentati, la qualità rispetto alla quantità, la semplicità e la accuratezza, gli alimenti sia della cucina popolare che i cibi esotici e ricercati, purchè siano valorizzati nella esecuzione e nella presentazione. Ingredienti consigliati per il segno sono: riso integrale, pesce al cartoccio, prosciutto crudo e cotto, fesa di tacchino, latte e latticini, pesce, frutti di mare, formaggi freschi e semistagionati, yogurt (piatto astrale: insalata mediterranea).

> SCORPIONE (23 ottobre-22 novembre)
I nati sotto il segno dello Scorpione spesso preferiscono iniziare pranzi e cene con un antipasto, a base di stuzzichini e tartine; animati da grande curiosità, sono attratti dalle cose misteriose, complicate, raffinate, i piatti esotici e da indovinare, apprezzano una tavola ricca, ben decorata, adorano le spezie. Gli Scorpioni vanno pazzi per i piatti a base di pesce, soprattutto se si tratta di crostacei e molluschi pregiati che assecondano la loro voglia di particolarità e ricercatezza. Come frutta preferita ricordiamo: prugne, ciliegie, fichi, noci. Ai fornelli si cimentano con passione e coinvolgimento, creatività ed estro (piatto astrale: chili con carne).

> SAGITTARIO (23 novembre-21 dicembre)
Il Sagittario è un segno che sotto il punto di vista alimentare non è molto esigente ma gradisce piuttosto variare spesso. Tra tutti i segni zodiacali, i nati sotto il segno del Sagittario sono quelli che più dimostrano di apprezzare la cucina tipica regionale e tradizionale. L’apparecchiatura della tavola e la presentazione dei cibi dovrà essere semplice ma fantasiosa. Per la sua voglia di compagnia durante i pasti, si potrebbe quasi pensare che il Sagittario sieda a tavola solo per stare tra gli amici e parenti, che contagia con il suo entusiasmo. In cucina il Sagittario è un cuoco creativo e sorprendente (piatto astrale: vellutata di barbabietola).

> CAPRICORNO (22 dicembre-20 gennaio)
Il Capricorno ha gusti molto attenti alla qualità, è amante dei cibi e dei vini ricercati e costosi. Tra i Capricorno potremmo trovare però sia dei veri e inguaribili buongustai che personalità completamente disinteressate al cibo, capaci di grandi digiuni. Le pietanze devono essere sempre ben presentate da un punto di vista estetico e servite su una tavola imbandita a regola d’arte. Passione ricorrente è quella per il cioccolato, soprattutto fondente (piatto astrale: bocconcini di pollo in guazzetto).

> ACQUARIO (21 gennaio-19 febbraio)
L’Acquario è senza dubbio uno dei segni cultori del cibo in assoluto. I nati sotto questo segno, infatti, gradiscono oltre alla buona cucina, anche delle porzioni sostanziose, ma non troppo. In quanto segno fantasioso, l’Acquario ama applicare questa sua dote anche nella realizzazione e composizione della tavola ed è quindi molto probabile che apparecchi il desco con un tocco di originalità o che vi proponga degli accostamenti di sapori non troppo classici o prevedibili. Durante i pasti adora stare in buona compagnia, chiacchierando e scambiando allegre battute, secondo l’antico gusto del convivio (piatto astrale: torta di fagioli bianchi).

> PESCI (20 febbraio-20 marzo)
Carattere distintivo dei nati sotto il segno dei Pesci è sicuramente l’incorreggibile golosità, il bisogno continuo di mettere qualcosa sotto i denti: cibo abbondante a tutte le ore della giornata, soprattutto dolciumi. Preferiscono cibi morbidi e succulenti, senza trascurare l’assunzione di carboidrati, presenti ad esempio nella pasta che i pesci adorano.

(pubblicato su Aroma di maggio/giugno 2010)

Spread the love