Piatti del buon ricordo

La passione per le tradizioni culinarie del Belpaese ha spinto dodici ristoratori italiani a fondare nel 1964 l’Unione Ristoratori del Buon Ricordo. Il progetto di questa associazione diviene da subito quello di unire le bontà gastronomiche, tipiche di ogni regione, alla cultura e alla tradizione del turismo italiano. Ogni ristoratore associato, oggi se ne contano 107 in tutta Italia, propone nel suo menù una ricetta tradizionale che valorizzi i prodotti della propria regione, e ad ciascun commensale che decide di provare questa specialità fa omaggio di un ricordo dell’ospitalità e della cucina: un piatto di ceramica dipinto a mano.

Nascono così i Piatti del Buon Ricordo, realizzati dalla Ceramica Artistica Solimene di Vietri sul Mare con vivaci colori e disegni che rappresentano la ricetta e le sue tipicità. Proprio per la particolarità di questa iniziativa e la vivace bellezza dei piatti nel 1977 è nata l’idea di fondare l’Associazione Collezionisti Piatti del Buon Ricordo che riunisce tutte le persone che, oltre alla passione per questi piatti, coltivano l’amore per la cultura e la cucina italiana in genere.

Fare parte di questa associazione significa partecipare agli incontri dei Soci per essere sempre aggiornati sulle novità che riguardano le ricette proposte dai vari ristoranti e le uscite dei nuovi Piatti del Buon Ricordo. Periodicamente infatti vengono create nuove collezioni legate a specifiche ricorrenze: gli auguri di fine anno, fatti attraverso un piatto dedicato ad un segno zodiacale (ogni anno diverso), oppure l’iniziativa “Italia a Tavola”, per la quale sono stati realizzati piatti che si riferiscono a zone interregionali dell’Italia famose per loro caratteristiche particolari (la Valnerina di Norcia, il Polesine di Parma ecc).

Ormai la popolarità di questi piatti è così diffusa che all’Unione Ristoratori del Buon Ricordo partecipano anche 14 ristoranti esteri: 10 in Giappone e 1 a Hong Kong, Lussemburgo, Parigi e Vienna. A Roma e nel Lazio sono presenti 7 ristoranti di cui Aroma propone i piatti e le ricette.

[RIF:965|_self|]Pappardelle al ragu’ in bianco ed erbe aromatiche[/RIF]
Ristorante Cacciani
Via A. Diaz, 13/15. Frascati. Tel. 069420378

[RIF:964|_self|]Filetto di manzo[/RIF]
Ristorante Bassetto
Via Casilina km 74,600. Ferentino, FR. Tel. 0775244931

[RIF:963|_self|]Cannoli di ricotta all’anice stellato con verdurine fritte e coulis di borragine[/RIF]
Ritorante La Trota
Via S. Susanna, 33. Rivodutri, RI. Tel. 0746685078

[RIF:959|_self|]Calamaro di lampara spadellato al profumo di rosmarino su verdurine di stagione[/RIF]
Ristorante Chinappi
Via Anfiteatro, 8. Formia, LT. Tel. 0771790002

[RIF:960|_self|]Tagliolini all’Angelica[/RIF]
Ristorante Dante Taberna de’ Gracchi
Via dei Gracchi, 264/268. Tel. 063213126

[RIF:961|_self|]Filetto di scorfano con patate e olive
Ristorante Il Focarile[/RIF]

Via Pontina km 46,500. Aprilia, LT. Tel. 069282549

[RIF:962|_self|]Involtini di carne alla romana[/RIF]
Ristorante Checchino dal 1887
Via di Monte Testaccio, 30. Tel. 065743816

(pubblicato su Aroma di maggio/giugno 2007)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.