Inizia il 13 marzo “Romanesco” un gustoso binomio tra una selezione di ristoratori e alcuni prodotti tipici della città Eterna.

7 Marzo 2013

Aprirà la rassegna il 13 marzo Davide Mazzoni dell’enoteca Achilli al Parlamento, il giorno successivo Roberto e Loretta, dell’omonimo ristorante presenteranno l’intramontabile “coda alla vaccinara”. Il 15 sarà il turno di Luigi De Vincenti del ristorante Al Vantaggio, il 19 marzo un simbolo della cucina romanesca, ovvero Da Checchino dal 1887, seguiranno Nicola Delfino dell’Antica Hostaria da Benito. Il 22 Arcangelo Dandini de L’Arcangelo, il 26 marzo Tommaso Pennestri dell’Osteria dell’Ingegno ed il 27 marzo Angelo Troiani del Convivio Troiani. A chiudere il mese, il 29 marzo, il ristorante Sugo con Emiliano Mascioli che presenterà un “cuore di carciofo romanesco del Lazio Igp alla romana ripieno di crudo di seppia su zabaione di maionese”.
Nel mese di aprile gli appuntamenti proseguono con Alberto Ambrosetti, il 3 aprile, presso Rossovino da Maurizio. Il giorno dopo, il 4 aprile, Andrea Stagnetta de Il Focolare ed il 12 aprile ci si sposta fuori porta, a Frascati da Cacciani, con Paolo Cacciani che firmerà il suo “bignè di broccolo romanesco e salsiccia con crema di pecorino romano Dop e sesamo”.
Il 17 aprile di nuovo a Roma da That’s Amore, 18 aprile tocca a Rita Colaiacomo di Clemente alla Maddalena, mentre il 19 di nuovo fuori porta, più precisamente a Grottaferrata, dall’Oste della Bon’ora. Il 23 aprile chiusura in grande stile con il mare in città delle “fettuccine alle cozze di Anzio e pesto di fagiolini” di Massimo Riccioli de La Rosetta.