Lo chef Heinz Beck vola a Taipei

15 Luglio 2011

New York e Taipei, passando da Roma, sono divise da alcune ore di volo, non poche ma non molte considerando prospettive non unicamente “spazio – temporali”. Come nella maggior parte dei casi, infatti, ormai tra le metropoli del mondo, le maggiori “distanze” sono solo dettagli geografici perché la globalizzazione continua a trasferire abitudini e consuetudini da una cultura all’altra senza pause con crescenti velocità di diffusione e di reciprocità. Uno dei maggiori interpreti di questi linguaggi ormai riconosciuti come “trasversali” quale è la cucina, è Heinz Beck, che con la sua arte, dopo il Galà nella grande Mela al Waldorf Astoria del 27 giugno, dove ha stupito pubblico, ospiti e critica – ha ricevuto il Six Star Diamond Award, unico al mondo insieme al grande Jean Georges Vongerichten – è ospite a Taipei, capitale Cinese dell’area di Taiwan, per un festival che si terrà domenica 17 Luglio e che lo celebrerà riconoscendolo, ancora una volta, come autorità internazionale, della moderna gastronomia mondiale, da New York a Taipei, appunto, passando da Roma.